Struggle
Struggle here
for words
for bullets
for nothing
for your sorrow
For me
Only
And nobody knows
nobody cares
but me
until now
For friends
For all that ends
for us,
forever,
for me
only

Dopo un’apertura colorata, tutto si fa improvvisamente scuro per fare da sfondo ad un testo fatto di piccole frasi tra lunghe pause, per dare il tempo di interiorizzare ogni concetto, centellinare le parole per intensificarne la potenza. Queste due fasi si alternano per chiudere in una catarsi di abbandono alla lentezza, alla pazienza.

REGIA – FABIO FIANDIRNI

È un percorso eminentemente urbano, lanciato su due registri: uno che conduce dalla notte all’alba, l’altro che attraversa gli spazi sociali. È composto da un assemblaggio di found footage, di frammenti visivi di chi “combatte” quotidianamente battaglie che ignoriamo, Struggle appunto, fino all’annullamento in una accecante luce solare.